Sieci – Galiga – Aceraia – Alberaccio – Maiano

Giro lunghino – una cinquantina di chilometri – passando per posti belli e posti meno belli. Sieci – Galiga – Aceraia – Alberaccio – Maiano.

Ritornato dopo tanto sul crinale che divide il Fiesolano dal Mugello, sul sentiero CAI 00, una volta bellissimo adesso degradato dai trattori dei boscaioli e dal cemento steso per collegare le case ristrutturate al lago di Peretola all’Alberaccio. Soprattutto questa parte l’ho percorsa bestemmiando tra i denti. La prossima volta devo ricordarmi di evitarlo e credo si possa fare deviando dal lago verso la diga di Fiesole.
Altro promemoria: da Galiga c’è una deviazione per Acone: da provare – in modo da salire poi al CAI 00 da lì e passare su monte Giovi.

Bel dislivello totale, oltre 1100m, giro abbastanza faticoso, si spinge anche un po’.

Distance: 49,1 kilometers
Elapsed Time: 3:33:24
Avg Speed: 13,8 km/h
Max Speed: 45,8 km/h
Avg Pace: 4′ 20″ per km
Dislivello: 1137 m
Max Altitude: 875 m

A Maiano sono entrato prima nel pistino di Firenze Freeride e poi alla festa alla Fattoria di Maiano, in entrambe le situazioni senza biglietto. Nel pomeriggio son tornato alla fattoria di Maiano con famiglia e amici e ho pagato il biglietto, altrimenti il Conte andava in rovina.