Monteloro, Fornello, S. Brigida – 41km infernali

Sono stanco. Evidentemente non tutti i giorni sono uguali e non sempre 40km con 1200m di dislivello positivo consumano le stesse energie. Comunque mi sono divertito e ho fatto anche delle strade nuove (strade per modo di dire).

Monteloro, Fornello, S. Brigida – 41km infernali

Giro conosciuto ma con due nuove varianti, la prima una traversa che da Citerna porta con una bella (ma massacrante) strada vicinale direttamente a Monteloro e la seconda un percorso che dalla Torre a Decima porta a Fornello attraverso un paesaggio bellissimo e delle pendenze paurose, con un ultimo tratto da fare a piedi perchè troppo pendente e troppo accidentato e invaso da rovi e rami.
Da Fornello in poi tutto regolare, fatto S. Brigida, le Quattro Strade, Baccano, il discesone detto della discarica (che arriva alle cave di Maiano) e poi casa.

Distanza: 41,5 km
Tempo in movimento: 3:24
Media: 12,2 km/h
Velocità max: 60,0 km/h
Passo medio: 4′ 48″ per km
Altitudine max: 532 m
DislivelloMetri di quota guadagnati: 1203 m

Sono arrivato a Monteloro sotto un bello scroscio di pioggia, poi s’è alzato un bel vento tiepido ed è uscito anche il sole, il resto del giro caldo e sole.

Ho sistemato il rumorino del deragliatore posteriore, era colpa mia, avevo fatto passare la catena dove non doveva… ottimo il multiattrezzo Topeak con smagliacatena che mi ha permesso l’intervento in piena campagna. Come spesso accade il meccanico (non faccio nomi) non se n’era accorto e mi aveva detto (cito testualmente): “questo (del rumore) è un problema che non gli si fa nulla”…
Alla faccia della competenza, bisogna sempre fare tutto da soli, è la cosa migliore.