Greve via Sugame – Chianti Fiorentino

Un classico giro da bitumari, Greve via Sugame, fatto con la MTB, strade molto belle anche se senza l’adrenalina del bosco e del sentiero. Avevo progettato il giro su bikemap ma arrivati a Cintoia non abbiamo trovato la strada giusta per varcare il monte e abbiamo deciso di proseguire via asfalto fino a Greve.

Vigneti, ville e strade ombrose

Il giro percorre il Chianti Fiorentino, passando per Impruneta, Ferrone, Cintoia, Greve in Chianti, località paesaggisticamente stupende. Nei giorni feriali il traffico è abbastanza scarso, i mezzi più pericolosi sono le vespe Piaggio guidate da maldestri piloti che fanno giri turistici in questa regione vinicola famosa nel mondo.

Distanza: 76,2 km
Tempo in movimento: 4:50
Media: 16,8 km/h
Velocità max: 55,4 km/h
Passo medio: 3′ 48″ per km
Altitudine max: 525 m
DislivelloMetri di quota guadagnati: 1345 m

Il “Tartare Express” a Greve in Chianti

Arrivati a Greve verso l’ora di pranzo ci siamo mangiati un’ottima tartare di manzo presso il “tartare express” della macelleria Falorni.

Villa Vernaccia di Cintoia

La villa, con annessa la fattoria, è del 1708 e fu edificata dai Vernaccia cui appartenne per tutto l’Ottocento; negli anni Venti fu acquistata da una famiglia pratese, i Calamai, attuali proprietari.
L’edificio si presenta costituito da un corpo principale a due piani, con gli angoli profilati in pietra serena, e da due corpi laterali più bassi che allungano e addolciscono l’impianto massiccio della parte centrale. La facciata è alleggerita dalle rifiniture in pietra serena del doppio ordine di finestre e dalla doppia scalinata che si ricongiunge di fronte al portone centrale.
Alla villa è annessa una cappella a pianta circolare e copertura a cupola dedicata a Sant’Antonino, arcivescovo di Firenze.
da Wikimapia