A Borselli per vedere il Giro d'Italia!

Gran bel giro in una zona che conoscevo veramente poco, la campagna tra Rufina e Consuma, la zona di Falgano e Pomino, per intenderci. All’andata abbiamo evitato quasi del tutto le strade trafficate optando per stradine secondarie. Superata Rufina inizia la dura salita verso Falgano su splendide strade bianche, spesso ombreggiate, immerse in una campagna veramente splendida. La strada si percorre abbastanza bene anche con una gravel, tranne alcuni tratti dal fondo un po’ troppo sconnesso. Essendo strade praticamente senza traffico è facile trovare animali selvatici (caprioli, lepri, serpi).

Passa il Giro!

Arrivati a Borselli ci siamo seduti su uno scalino (mangiucchiando e bevendo, sotto un sole quasi estivo) ad aspettare il passaggio del Giro d’Italia (il 100°, un numero importante!) che è arrivato verso le 13, preceduto da auto e camion tutti con musica altissima… una bella carovana, anche se come spettacolo vero e proprio non è un granchè, almeno in quel punto del percorso. Certo viaggiano parecchio spediti ma a parte questo sono solo dei ragazzi in bici. Il ritorno invece l’abbiamo fatto su via Casentinese, la SR70, 10km di discesa fatta a palla, con punte di oltre 60km/h, giù fino a Pontassieve e poi via Aretina fino al Girone. A casa la bilancia mi ha detto che sono sceso sotto gli 80kg (ero arrivato a 83) quindi il resto del pomeriggio – praticamente – l’ho passato bevendo birrette.
Distanza: 53,2 km
Tempo in movimento: 3:37
Media: 14,6 km/h
Velocità max: 62,5 km/h
Passo medio: 4′ 05″ per km
Altitudine max: 738 m
DislivelloMetri di quota guadagnati: 1170 m
Ho fatto anche 2 video agli atleti – addirittura in SLOW MOTION – che potete vedere su youtube. ]]>